Vita da Commessa

I 10 clienti che speri NON entrino in negozio. E invece entrano.

E quando ne entra uno, stanne certo, lo seguono tutti gli altri nove. Tutti lo stesso giorno.

1- IL “NON SO DOVE SONO NE’ COME MI CHIAMO” : entra e non sa in che negozio si trova. Gli chiedi la taglia e non la sa, gli chiedi che colore preferisce e rimane zitto, gli chiedi cosa vuole e risponde: “qualcosa per me!”. Cliente che mette a dura prova il tuo sistema nervoso e di autocontrollo. E anche le tue doti da indovino.

2- IL MALEDUCATO: entra e non saluta, esce e non saluta, ti chiede una cosa e quando gli rispondi guarda da un’altra parte. Senti bello: se oggi non è giornata per te, figuriamoci se potrebbe esserlo per me dopo il tuo ingresso. Veniamoci incontro e nessuno si farà male.

3- L’INDECISO: ok essere incerti su che prodotto scegliere, ok pensare bene al colore e con cosa abbinarlo, ok anche essere un po’ indecisi. Ma dopo un’ora che sei dentro questo negozio, dopo che ti ho fatto provare lo stesso modello di t-shirt in tutti i colori e in tutte le taglie, dandoti il mio parere su ognuna, basta! Non riesco più a starti dietro! Prendi una decisione: è soltanto una t-shirt da 9.95 euro!

Se non sai che colore scegliere, prendili tutti, me lo merito!

4-IL COMANDANTE: “prendimi quella t-shirt, portami quella giacca, fammi vedere quella borsa e già che ci sei controlla che mio figlio di tre anni non scappi dal negozio”.
Tutto senza un “per favore” o “grazie”. Sicuramente non comprerà nemmeno niente perché: “non riesco a guardare niente con mio figlio dietro, ripasso!”

 

comandante

 

5- IL SUSSURRANTE: quello che quando ti chiede qualcosa bisbiglia. Ti chiede una scarpa ma tu non senti assolutamente niente e dopo un’interminabile serie di “eh?” fai finta di aver capito per non passare da quella sorda e va a finire che gli vendi un cappotto.

6- LA TECNOLOGICA: entra mentre parla al telefono, ti chiede di mostrargli un pantalone mentre parla al telefono, ti fa dei cenni con occhi e mano (quella libera) che tu tenti disperatamente di interpretare senza alcun successo. Chiude la telefonata e capisci che in realtà ti aveva chiesto un vestito, lo vai a prendere e quando torni è su whatsapp. Dà un’occhiata disattenta al vestito senza proferire parola e tu rimani lì impalata davanti a lei senza essere calcolata minimamente.
Tranquilla io fino alle 20.00 sono qui, poi vorrei uscire e tentare una conversazione con qualcuno che mi guardi negli occhi mentre gli parlo.

7- IL FRETTOLOSO: quello che entra e in 5 minuti è già sulla porta con le buste degli acquisti in mano. Che sarebbe una bella cosa se non fosse che in quei 5 minuti ti ha fatto correre più di un centometrista alle olimpiadi con la sua voce ripetitiva in sottofondo: “è tardi mi scade il parcheggio e devo prendere mia figlia in piscina tra 1 minuto, devo fare veloce!”
Se avessi fatto un giro sul Katun di Mirabilandia sarei stata meno scossa e frastornata.

8- IL PUNTIGLIOSO (di solito è donna) : “qui c’è un filo tirato, qui una macchiolina visibile sotto gli infrarossi, qui manca un bottone, qui l’etichetta è acciaccata, non è che è stato usato? Qui è sporco di rossetto ( il 99% delle volte della puntigliosa), controluce sembra blu, non nero, sei sicura che sia nero?”

9- IL MAMMONE (di solito è uomo): non compra niente senza il consenso e l’approvazione della mamma (o moglie). A volte addirittura viene in negozio la mamma stessa a comprare le cose per lui, anche se il figlio ha 30 anni suonati. La mamma viene in negozio con una busta enorme di camice, pantaloni e giacche vecchie del figlio utili ad azzeccare la taglia dei capi da comprare. Il cambio, altrimenti, sarebbe un dramma sia per la mamma che per la commessa in questo caso. Quindi ben venga la busta.

10-IL CHIACCHERONE: sì, bello, per carità. Una persona simpatica. Ma tesoro mio, io sto qui per lavorare e di là ci sono 10 persone che mi stanno chiedendo in contemporanea, parlandosi uno sull’altro, ogni tipo di capo. Non è cattiveria, ma ti devi rendere conto che non puoi inchiodarmi in cassa per mezz’ora e parlarmi di famiglia, salute e hobbies. Per giunta spendendo solo 19.90 euro. Se mi compri anche un pantalone quando esco di qui ti offro un caffè al bar e ci facciamo una bella chiaccherata. Promesso.

Ovviamente se sei il più figo del Mondo tutto questo  non vale. Perché tu PUOI TUTTO.

Articolo precedente Articolo successivo

Ti potrebbe interessare anche

2 Commenti

  • Reply Davide 18 luglio 2016 at 14:50

    Noi siamo missionari no commessi

    • Laura
      Reply Laura 19 luglio 2016 at 14:54

      la dura verità!

    Commenta questo articolo