Vita da Commessa

5 regole per affrontare Dicembre

Ci siamo appena ripresi (forse) dal BLACK weekend ed ecco che arriva Dicembre e Natale. Perchè le sciagure non arrivano mai da sole, un po’ come i clienti che devono comprare un paio di guanti: si portano dietro tutto il vicinato per avere un consiglio .

La gente stravede per Dicembre, per Natale, per le feste. La gente vede Dicembre come il più luccicante mese dell’anno, pieno di gioia, di bontà, di tempo da passare con amici e parenti. Di weekend da passare in negozio a far impazzire i commessi che tanto sono lì per quello.

Ed è per questo che i commessi temono Dicembre. I commessi hanno il calendario dell’avvento che non arriva al 25 Dicembre. Quello dei commessi arriva a Marzo. Quando finalmente sarà passato Natale, regali, cambi, saldi, esaurimento nervoso.

I commessi hanno bisogno di una preparazione psico-fisica per affrontare Dicembre: è il mese del tour de force, del lavoro senza riposo, dei buongiorno non ricambiati, dei “sei sciura che è finito” e del “me lo cambi anche senza scontrino?”.

Il negozio diventa la tua casa, i colleghi la tua famiglia. Non distingui più il giorno e la notte, le domeniche e i lunedì. Il tempo non esiste, le feste non esistono, le ferie non esistono. Nemmeno tu, alla fine.

L’unico momento in cui riesci a riprendere contatto con la realtà è quando vai in bagno. Oasi di pace.

 

Ecco, quindi, 5 semplici regole per arrivare a Gennaio (quasi) freschi come le rose:

1-Non chiederti da quanti giorni stai lavorando senza averne almeno uno intero di stop.

Non domandartelo, non lo fare. Non contare da quanti giorni non te ne stai per almeno 24 ore senza pensare a vetrine, clienti e pachetti. Meglio non saperlo, meglio far finta di niente perchè commiserarti servirà solo a peggiorare la tua situazione. Contare da quanto non stacchi la spina ti farà salire il nervoso alle stelle e quando un tuo amico si lamenterà perché “che palle è già lunedì devo tornare a lavoro” lo aggredirai senza pietà ricordandogli piangendo che c’è chi sta peggio, tipo te.

Evitiamo queste scenate. E’ Natale ed è bello avere degli amici.

2-Non aprire e non controllare nessun tipo di social.

Facebook bandito. Instagram banditissimo. Per l’amor del cielo non aprite instagram a Dicembre. Non bastavano le foto, ora ci sono anche le instagram stories che testimoniano quanto gli altri si divertono mentre tu tenti invano di riordinare il negozio. O di spiegare che i cambi vanno fatti con lo scontrino. Invano.

#natale#gioia#happymoment#friends. Per favore, non leggete gli hastag sotto le foto. Lo dico per voi, starete meglio.

La gente va in vacanza, va a sciare, va ai mercatini, va nelle città. La gente fa il ponte (questa parola a noi sconosciuta) dell’8 Dicembre. E la gente ci tiene a mostrare tutto ciò su facebook, instagram, snapchat, twitter. OVUNQUE. Se non vuoi muorire di invidia o di rabbia, non aprire niente di tutto ciò. Anzi, torna al tuo nokia 3330 per un mese. Davvero.

Una partita a snake fa meno male di una sotria di instagram.

3-Fai un corso di gestione della rabbia.

Importantissimo. I ritmi incalzanti di Dicembre e la stanchezza che aumenta con l’avvicinarsi della fine del mese, sono un mix esplosivo e pericoloso. Al primo “vorrei un pantalone sportivo ma elegante che si abbini con tutti i colori e che possa andar bene per l’ufficio ma anche a Natale, Capodanno e Pasqua”, rischi di esplodere come una bomba ad orologeria e farti licenziare. Devi saper gestire tutto questo.

Domanda cretina, tu sorridi. Cliente cretino, tu sorridi. Così si fa.

4-Riposati.

Ok, riposare è una parola grossa. Ma devi farlo. Quando hai due ore di pausa, non andare a fare i regali, non andare in palestra, non andare fuori. Fuori incontrerai gente, che ti proporrà feste e weekend fantastici che tu non potrai permetterti.  I regali ciao, chissene frega dei regali. I tuoi amici non hanno bisogno di regali, loro hanno già tempo libero e sanità mentale perchè non devono combattere con 5674 persone che ti chiamano in contemporanea mentre sono 30 giorni che non vedi 24 ore libere. Tu hai bisogno di regali, di TANTI REGALI per riprenderti dal mese. Se prorpio vuoi o devi farli, fai tutto il 24 Dicembre. Così non perdi tempo a scegliere o a pensare.

Preso dal panico concluderai tutto in 5 minuti. Ottimo.

5- Non è la fine del mondo.

Ricordati si tratta soltanto di un mese. Non piangere dai, non è la fine del mondo. Lo superareai in un batter d’occhio. C’è di peggio nella vita.

Tipo Gennaio, tipo i SALDI.

 

#mainagioia#qualcunociaiuti#marzowhereareyou?

 

 

Articolo precedente Articolo successivo

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Commenta questo articolo