Vita da Commessa

L’OROSCOPO DEI COMMESSI: LA VERGINE.

Benvenuti nello splendido, vanitoso, patinato, scintillante, perfetto mondo della Vergine.

Splendido e perfetto per loro, ovvio.

Perché in realtà è il mondo del: #horagionesoloio, #madavveroesistelaparolaSCUSA? #oggimigiramaleequindiinsultotutti

Avere un amico (o un parente) nato sotto questo isterico segno rende la nostra vita un continuo esame universitario che riusciamo a passare raramente e comunque con un misero 18. Perché il professore sarà sempre il nostro caro amico della Vergine e le materie che dovrai affrontare saranno sempre decise da lui, e il più delle volte saranno materie a sorpresa perché capiterà che ti troverai ad essere messo sotto giudizio per delle cose assurde ma che sono la base dei valori universali inventati in quel momento dal nostro amico.

Esempio:

Giorno 1.

-Amico Vergine: “Domani sera non ci sono, esco con il mio ragazzo.”

-Tu, abitante del pianeta Terra: “Ok, ci vediamo un’altra volta.”

Giorno 2.

-Amico Vergine: “Stasera cosa fai, ci vediamo?”

-Tu, abitante del pianeta Terra: “Non ci sono, esco con altroabitantedelpianetaterra, mi sono organizzato con lui avevi detto che non c’eri.”

-Amico Vergine: “Mi hai stancato, non dedichi mai del tempo a me, stai sempre con altroabitantedelpianetaterra, non te ne frega niente del nostro rapporto, io ci penso sempre a te, io penso sempre agli altri e nessuno mai a me, sei egoista, ECCETERA ECCETERA ECCETERA.

Inutile dire che alla fine sarai tu a chiedere scusa, perché la Vergine non chiede mai scusa, perché non sbaglia mai, è il mondo in cui vive che è sbagliato. 

Qualcuno ci salvi da un collega Vergine. Se dovete essere assunti in un nuovo negozio assicuratevi che non ci sia un commesso Vergine. PUNTIGLIOSO, CRITICO e SEMPRE NERVOSO. Nervoso quanto Winona Ryder in Stranger Things, giusto per capirci. Sì, con quelli occhi spiritati lì. Il commesso governato da questo simpatico segno è un grande lavoratore e annaffia il suo campo di lavoro con il suo concime preferito: LA PIGNOLERIA.  Il commesso Vergine lo vede che il maglione che hai piegato è un millimetro più largo di quello che ha piegato lui. E non c’è nemmeno bisogno di dirlo che l’unità di misura perfetta per il piegamento delle maglie è la SUA.

 

 

 

 

Articolo precedente

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Commenta questo articolo